QUEUE BUSTING: la soluzione ottimale per smaltire, al tempo del COVID-19, le code in cassa.

La consapevolezza della pesante situazione che stiamo vivendo, sia dal punto di vista umano che economico, sta spingendo molte aziende dinamiche e di lunga esperienza, a cercare di reagire alle difficoltà – oggi più che mai –  con fermezza e velocità, offrendo ai propri clienti soluzioni che consentano di gestire in modo pro-attivo almeno alcune delle criticità del momento.

Uno dei momenti critici, in questo periodo, per chi lavora nei supermercati, è il contatto ravvicinato con il cliente, che si verifica principalmente al momento del pagamento (check out).

Ancora una volta Camì viene in aiuto di piccole e grandi realtà delle GDO grazie alla straordinaria opportunità offerta dalla tecnologia Queue Busting che consente di gestire le operazioni di checkout in modo veloce ed efficiente.

La storia insegna che molto spesso, proprio in quei periodi di grandi crolli o congiunture negative, sono state ideate, sperimentate ed adottate soluzioni e strategie innovative che hanno saputo imprimere una svolta alla crisi stessa.

Piccole e grandi realtà del mondo della Grande Distribuzione Food sono oggi sotto pressione nel dover gestire, con nuovi criteri, da un lato la sicurezza del proprio personale e dei luoghi di lavoro e dall’altro la continuità del servizio al cliente. Il concetto di “shopping experience” assume in questo particolare momento il significato di “sicurezza” e “rapidità”.

In linea generale è comunque sempre difficile gestire il disappunto dei clienti quando vi sono lunghe file o lunghi tempi di attesa alle casse, specie se gli articoli acquistati sono pochi.

Un operatore di negozio, dotato di un semplice device (Pda Android o cellulare Android) e di una stampante portatile , si muove lungo la coda alle casse e – a distanza di sicurezza dalle persone – opera esclusivamente sul carrello scannerizzando i prodotti contenuti (che direttamente imbusta) e consegnando al cliente uno scontrino con un unico codice 2D col quale egli potrà rapidamente pagare  alla cassa  o al Self-Payment .

Il cliente quindi non deve più posizionare tutti i prodotti sul nastro. Inoltre l’addetto al queue busting è già  in grado di  suddividere anche gli articoli con particolari prescrizioni di vendita, ad esempio gli alcolici, così che al personale di cassa resta solo il compito di supervisionare la transazione/pagemento.

Questo innovativo sistema consente di gestire in modo più efficiente le attività di front end nei momenti di maggiore affluenza senza dover aprire casse aggiuntive, che implicano maggior coinvolgimento di personale e costi aggiuntivi e di migliorare il servizio alla clientela.

Anche nelle piccole realtà se ne vedono i vantaggi perché a volte non c’è proprio lo spazio fisico per aggiungere nuove casse oppure là dove ogni metro quadrato ha un grosso valore economico e deve essere sfruttato al massimo per l’ottimizzazione delle vendite.

Il Queue Busting è flessibile e può essere attivato e disattivato in base alle concrete esigenze del momento – ad esempio solo nelle ore di punta o di maggiore affollamento – senza grossi costi fissi e senza sottrarre spazi che possono essere utilizzati per altre attività di negozio.

La soluzione di QUEUE BUSTING di CAMI’ consente quindi un aumento della produttività alla cassa, una ottimizzazione della forza lavoro, una considerevole riduzione dei tempi di attesa e garantisce al cliente un servizio rapido ed efficiente: opportunità che in questo particolare e difficile momento che tutti stiamo vivendo si rivelano di assoluto interesse.